Torna a Cosa osservare questo mese    

 

Il Cielo di Maggio 2021

 

 

in parole (panoramica)...

Sole | Luna | Pianeti | Costellazioni | Passaggi della ISS | Fenomeno del mese: 26 maggio 2021: Superluna

... e in numeri (dati osservativi)

Sole | Luna | Pianeti | Calendario dei principali fenomeni celesti di maggio 2021 | Passaggi della ISS

 

Il cielo di maggio 2021I dati si riferiscono alla latitudine di:
BOLOGNA: Lat 44° 30' 27" N, Long 11° 21' 5" E

 

Gli orari sono espressi in tempo civile locale.

-- Immagine: www.heavens-above.com/ --

 

Panoramica

 

Sole

-- Immagine: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Garan_Sunrise.jpg --

Il Sole anticipa mediamente la sua levata di 1 minuto e 2 secondi cosicché abbiamo 18 minuti in più di luce all’alba del 15 maggio rispetto all’1 e altri 13 il 31 maggio rispetto al 15. Complessivamente, il 31 maggio il Sole sorge 31 minuti prima rispetto al 1° maggio.

 

 

-- Immagine: https://unsplash.com/photos/byqgHC0XFME, Photo by Jason Blackeye on Unsplash --

Il tramonto invece ritarda mediamente di 1 minuto e 4 secondi ogni giorno, cosicché il 15 del mese il Sole scende sotto l’orizzonte 16 minuti dopo rispetto all’1 e altri 16 il 31 rispetto al 15. Complessivamente, il 31 di maggio il Sole tramonta 32 minuti dopo rispetto al 1° maggio.

Al termine dei 31 giorni del quinto mese dell’anno, abbiamo 1 ora e 2 minuti in più di luce.
In particolare, la permanenza del Sole al di sopra dell’orizzonte è di 14h15m il 1° maggio, di 14h49m il 15 maggio e di 15h18m il 31.

 

Torna all'indice

 

 

Luna

 

 Il cielo di maggio 2021

 -- Immagine: https://stellarium.org/it/  -- 

Il ciclo lunare parte il 3 maggio con la Luna all’ultimo quarto; l’11 diventa nuova, mentre il 19 si presenta al primo quarto; chiude infine il mese il 26 diventando piena.
L’11 maggio la Luna si trova all’apogeo, ovvero alla massima distanza dalla Terra, mentre il 26 passa al perigeo, il punto della sua orbita più vicino a noi.
Il 26 maggio, giorno di Luna piena al perigeo, possiamo assistere al fenomeno popolarmente conosciuto come Superluna (v. sezione Fenomeno del mese).
Vediamo ora gli appuntamenti della Luna con stelle, ammassi e pianeti osservabili nel momento in cui si verificano, mentre per l’elenco completo degli eventi si rimanda al calendario a fine pagina.
In maggio abbiamo un’unica congiunzione da osservare in diretta ed è quella con Saturno il giorno 31, poco dopo le 3 di notte quando la Luna, prossima all’ultimo quarto, splende nella costellazione del Capricorno, qualche grado sotto a Saturno. Con Saturno e Giove invece, possiamo osservarla in due raggruppamenti. Il primo avviene il 4 maggio a partire dalle 4 del mattino quando il nostro satellite all’ultimo quarto volge la sua metà illuminata a Giove e quella oscura a Saturno, sorti da poco. L’evento si ripete poi il 31 a partire dalle 3 di notte quando, oltre a essere in congiunzione con Saturno, la Luna forma un triangolo con Giove che splende più a est.

Il cielo di maggio 2021

Il cielo di maggio 2021 

 -- Immagine: https://stellarium.org/it/  --  

 

 Torna all'indice

 

 

Pianeti

 

Il cielo di maggio 2021 

 -- Immagine: www.storiedelcielo.it --

 

I pianeti visibili a occhio nudo sono Venere, Marte, Giove, Saturno e Mercurio. Quest’ultimo però, essendo il più vicino al Sole, è distinguibile solo per breve tempo e, o durante il crepuscolo del mattino, quando precede l’alba del Sole, o durante quello serale quando segue la stella nel suo tramonto. Proprio per il fatto di essere in qualche modo immerso nella luce solare, non è un pianeta agevole da osservare e per la sua visione spesso si consiglia l’uso di uno strumento (binocolo o telescopio con filtro solare). Per questo motivo lo elenchiamo al termine della sezione insieme ai pianeti visibili al telescopio.

Per quanto riguarda i quattro pianeti principali, Venere inizia a impreziosire il cielo della sera grazie al suo splendore che fino a giugno è al massimo dell’anno e le consente di apparire anche nel chiarore del crepuscolo. Marte invece riduce sempre più la sua presenza nel firmamento e dopo il tramonto lo vediamo già sul versante occidentale scendere verso l’orizzonte. Giove e Saturno infine prolungano la loro permanenza in cielo e a fine mese possiamo vederli a oriente per quasi tutta la seconda parte della notte.

Il cielo di maggio 2021Venere inizia il mese nell’Ariete che lascia il giorno 4 per trasferirsi nel Toro. Lo vediamo alla sera seguire il Sole nel suo tramonto, ma soltanto per mezz’ora in media. Trovandosi nella costellazione del Toro, in maggio va in congiunzione con le Pleiadi, le Iadi e Aldebaran, ma nessuno di questi eventi è osservabile perché il Toro è anche la costellazione che a partire dalla terza decade di maggio ospita il Sole, prossimo al solstizio d’estate, risultando così impossibile assistere a questi appuntamenti. Il Toro d’altra parte è una costellazione invernale. Il 13 Venere è in congiunzione con un sottilissimo spicchio di Luna crescente che a mezzanotte circa occulta il pianeta. Tuttavia a quell’ora la coppia è già tramontata e possiamo tentare di osservarla fra le 21.00 e le 21.20 prima che varchi l’orizzonte ovest. Il 9 maggio invece Venere passa al nodo ascendente, ovvero per il punto di intersezione della sua orbita con la nostra, l’eclittica, superato il quale si muove al di sopra di quest’ultima.
 
Il cielo di maggio 2021Marte è ospitato dai Gemelli che in maggio attraversa dal loro confine occidentale a quello orientale, terminando il mese nei pressi di Polluce, la gigante arancione a 35 anni luce dalla Terra e l’astro più luminoso della costellazione. Marte si sta allontanando gradualmente dalla Terra e anche la sua permanenza in cielo si riduce sempre più passando dalle quattro ore di visibilità di inizio maggio alle due ore e mezza di fine mese. In questa breve finestra temporale dobbiamo volgerci a ovest per la sua osservazione. L’unico appuntamento del mese è la congiunzione con la Luna crescente il giorno 16 poco dopo l’alba, ma dobbiamo naturalmente attendere il tramonto per vedere la coppia, seppure satellite e pianeta non siano ormai più particolarmente vicini.
 
Il cielo di maggio 2021Giove si trova nell’Acquario e lo possiamo vedere sempre più a lungo a est nelle ore che precedono l’alba, con una media di visibilità di due ore e mezza. Il 4 e il 31 maggio si trova in un raggruppamento con Saturno e la Luna (v. sezione Luna), mentre il 4 con la Luna, fresca di ultimo quarto, va in congiunzione un’ora prima della mezzanotte. Possiamo guardare la coppia prima dell’alba anche se la Luna è ancora molto distante dal pianeta. Il 21 infine Giove è in quadratura occidentale, ovvero in quella configurazione in cui la congiungente Terra-Giove è perpendicolare alla congiungente Terra-Sole. All’atto pratico, questo significa che il pianeta è visibile dopo la mezzanotte e in particolare culmina sei ore prima il Sole.
Il cielo di maggio 2021
Il cielo di maggio 2021Saturno permane nel Capricorno e possiamo vederlo sempre più a lungo sorgere a est nella seconda parte della notte con una media di permanenza sopra l’orizzonte di quasi tre ore e mezza. Il 3 maggio va in quadratura occidentale, come farà Giove il 21 e dunque si trova in quella configurazione in cui la congiungente Terra-Saturno è perpendicolare alla congiungente Terra-Sole. All’atto pratico, il pianeta è visibile dopo la mezzanotte e in particolare culmina sei ore prima il Sole. Sempre quel giorno, prima di sorgere, è in congiunzione con la Luna, visione che ci è preclusa, ma possiamo osservare la coppia nel raggruppamento che forma con Giove a partire dalle 4 del mattino del giorno dopo, 4 maggio. La triade si ripresenta il 31 maggio sempre prima dell’alba sull’orizzonte orientale (v. sezione Luna). Il 23 maggio infine il moto di Saturno diventa stazionario retrogrado, ovvero il pianeta percorre la sua orbita da est verso ovest. Il cambio di direzione è in realtà solo apparente ed è dovuto alla diversa velocità con cui Saturno percorre la sua orbita rispetto alla velocità con cui la Terra avanza sulla propria, l’eclittica. La velocità di rivoluzione di un pianeta diminuisce all'aumentare della sua distanza dal Sole e dunque Saturno, che è più lontano, si muove più lentamente. In particolare c’è un momento in cui la Terra sorpassa Saturno dandoci l’impressione che quest’ultimo inverta il suo moto e diciamo allora che il moto diventa retrogrado ed è ciò che accade il 23 maggio. Il cambio di direzione non è tuttavia istantaneo perché, in virtù del movimento dei due pianeti, c’è un periodo di “affiancamento” della Terra a Saturno che dura qualche giorno, durante il quale quest’ultimo ci appare fermo in cielo. Si dice allora che il pianeta è stazionario e se ne ha evidenza nella sua ascensione retta che rimane costante. La Terra prosegue dunque lasciando indietro Saturno ma, prospetticamente, lo “semina” per così dire, solo fino a un certo punto, perché segue poi un momento in cui la Terra pare non poterlo distanziare di più dando così modo a Saturno di raggiungerla, affiancarla per qualche giorno apparendo di nuovo stazionario, e infine superarla, illusione che si traduce in una nuova inversione di rotta del pianeta che torna a viaggiare con moto diretto (da ovest verso est).
Il cielo di maggio 2021
 
Dei restanti pianeti, osservabili solo al telescopio, Urano è stazionario nell’Ariete ma la sua visione ci è preclusa perché risente ancora della congiunzione col Sole del 30 aprile ed è pertanto troppo vicino prospetticamente alla stella per potersi distinguere.
 
Il cielo di maggio 2021Nettuno è stabile nell’Acquario al confine coi Pesci e, dopo la congiunzione col Sole dell’11 marzo, torna a mostrarsi nel cielo dell’alba fino a un massimo di due ore a fine maggio. L’unico appuntamento che lo riguarda è la congiunzione con la Luna il 6 maggio; il nostro satellite rivolge al pianeta la porzione illuminata del suo disco. La congiunzione avviene verso sera quando i due corpi celesti sono ormai sotto l’orizzonte, ma possiamo vederli già abbastanza vicini prima dell’alba.
Il cielo di maggio 2021Mercurio entra nella costellazione del Toro il 1° maggio e vi rimane per tutto il mese. Possiamo osservarlo dopo il tramonto sempre più a lungo per un massimo di un’ora fino al 17 quando raggiunge la massima elongazione est e inizia così a riavvicinarsi apparentemente al Sole, riducendo la durata della sua visibilità. La massima elongazione est è il punto a oriente prospetticamente più lontano dal Sole, oltre il quale il pianeta ci sembra non possa spingersi di più. Formando un angolo di 22,1° col Sole e la Terra, abbiamo l’impressione che nei giorni seguenti, dopo un breve periodo in cui ci appare fermo (stazionario), “torni indietro”, si incammini cioè verso ovest, ciò che tecnicamente è chiamato moto retrogrado. Il 30 maggio è l’ultimo giorno in cui Mercurio è stazionario, dopodiché il suo moto procede da est verso ovest, cioè diventa retrogrado. Il 13 maggio, partire dalle 21.30 circa, possiamo invece vedere Mercurio sopra un sottile spicchio di Luna crescente, con la quale è stato in congiunzione poco prima. Il 30 maggio infine, oltre a essere stazionario retrogrado, passa anche al nodo discendente, ovvero per il punto di intersezione della sua orbita con l’eclittica, superato il quale si muove al di sotto di essa.
-- Immagini: https://stellarium.org/it/ | www.storiedelcielo.it | https://www.publicdomainpictures.net/it/ --

 

 Torna all'indice

 

 

 Costellazioni

Le costellazioni che culminano in maggio nella fascia oraria 21.00-24.00 sono la Coppa, il Corvo, la Chioma di Berenice, i Cani da Caccia e la Vergine. La mappa a inizio pagina rappresenta il cielo alle 23.00 del 15 maggio, mentre la figura qui sotto mostra la simulazione del movimento della volta celeste dalle 23.00 del 1° maggio alle 23.00 del 31.

Il cielo di maggio 2021 

-- Animazione ottenuta col SW Cartes du Ciel --

 

Torna all'indice

  

 

Passaggi della ISS

Il cielo di maggio 2021In maggio i passaggi visibili della Stazione Spaziale Internazionale sono ben 85 e si verificano durante tutte le notti del mese. Con la premessa di verificare gli orari esatti a poche ore dall’evento, i passaggi notevoli per durata e luminosità sono ben 10 e sono i seguenti.
L’11 maggio prima dell’alba, la ISS con -3,2 magnitudini impiega quasi 7 minuti per attraversare il cielo nelle costellazioni dei Cani da Caccia, delle Orse Maggiore e Minore, del Drago, di Cefeo e di Pegaso, per poi tramontare nei Pesci.
Il 14 invece abbiamo il passaggio più lungo e luminoso di maggio, quando verso le 4.30 del mattino la Stazione Spaziale con uno splendore di -3,8 magnitudini, percorre in quasi 7 minuti la volta celeste sorgendo fra la Chioma di Berenice e i Cani da Caccia, proseguendo per il Bootes, la Corona Boreale, Ercole, il Cigno, il Delfino e il Cavallino e tramontando infine nell’Acquario.
Il 15 maggio, verso le 4 del mattino, con -3,4 magnitudini attraversa, sempre in quasi 7 minuti, l’Orsa Maggiore, l’Orsa Minore, il Drago, il Cigno, Pegaso e l’Acquario, mentre sempre lo stesso giorno possiamo guardarla di nuovo attorno alle 22.00 per circa 6 minuti e mezzo, percorrere la volta celeste con una luminosità molto alta (-3,7 magnitudini) fra le costellazioni dell’Idra, della Chioma di Berenice, del Bootes, della Corona Boreale, di Ercole e della Lira.
Anche il 16 maggio abbiamo due passaggi notevoli per luminosità e durata. Attorno alle 4.30 del mattino, con magnitudine -3,0 la ISS impiega 6 minuti per passare fra la Chioma di Berenice, il Bootes, la Testa del Serpente, l’Ofiuco e il Sagittario. Dopo le 21.00 dello stesso giorno invece ha magnitudine -3,1 e sempre in circa 6 minuti si sposta fra le costellazioni dell’Idra, della Coppa, della Vergine, della Testa del Serpente, della Corona Boreale e di Ercole.
Il doppio appuntamento si ripete il 17 quando verso le 4 del mattino con -3,7 magnitudini, la ISS in 6 minuti e mezzo attraversa la Chioma di Berenice, il Bootes, la Testa del Serpente, l’Ofiuco, la coda dell’Aquila e il Capricorno. La sera, attorno alle 22.00 invece ha magnitudine -3,2 e sorge nel Cane Minore, prosegue per il Cancro che a quell’ora ospita anche la Luna offrendo così una visione da non perdere, attraversa poi l’Orsa Minore e il Drago e tramonta infine nel Cigno, impiegando quasi 7 minuti.
Poco dopo le 21 del 18 maggio, la ISS con la magnitudine altissima di -3,8 si lascia osservare di nuovo per quasi 7 minuti fra le costellazioni del Leone, dell’Orsa Maggiore, del Drago, di Ercole e della Lira.
L’ultimo appuntamento notevole è quello del 30 maggio verso le 21.30 quando la ISS con -3,5 magnitudini percorre il cielo per quasi 7 minuti toccando l’Auriga, la coda del Drago, Ercole e l’Ofiuco.
Immagine: http://spaceflight.nasa.gov/gallery/images/station/assembly/ndxpage1.html

 

Torna all'indice

 

 

Fenomeno del mese: 26 maggio 2021: Superluna

Il cielo di maggio 2021L’evento propriamente astronomico che riguarda il nostro satellite il 26 maggio sarebbe un’eclissi totale che si verifica a partire dalla tarda mattinata, ma dall’Italia purtroppo ci è precluso perché la Luna è tramontata pochi minuti prima dell’alba. Saranno i Paesi dell’Asia, delle Americhe e dell’Australia a potersi godere il fenomeno.
Anche l’Italia però il 26 maggio ha una sorpresa. Quando la Luna sorge di nuovo infatti, alle 21.00 circa, possiamo ammirarla più grande che mai inaugurare la fase piena e questo perché prima dell’alba ha raggiunto il punto più vicino alla Terra di tutto l’anno. Questo punto come sappiamo si chiama perigeo e la Luna, nel suo giro attorno alla Terra, lo tocca ogni mese insieme al suo opposto, l’apogeo, il punto più lontano da noi. Tuttavia i punti di massima e minima distanza della Luna dalla Terra non assumono mai esattamente gli stessi valori. Il motivo sta nel fatto che l'orbita della Luna risente dell'effetto gravitazionale degli altri componenti del Sistema Solare, ma soprattutto del Sole che con la sua massa gigantesca che è quasi 29 milioni di volte più grande di quella della Luna, perturba l'orbita del nostro satellite più di tutti i pianeti, facendo sì che anche i punti di minima e massima distanza dalla Terra non cadano mai esattamente nella stessa posizione. I loro valori pertanto non sono costanti, ma oscillano a loro volta fra un massimo e un minimo. Il 26 maggio la Luna dista dalla Terra 357.309 km e in realtà questa non è la distanza minima di tutto l’anno, perché il perigeo più vicino del 2021 sarà il 4 dicembre, quando la Luna si avvicinerà a noi fino a 356.793 km. Tuttavia quel giorno sarà nella sua fase nuova e dunque invisibile. Dobbiamo così approfittare del 26 maggio per osservarla nella sua veste di Superluna, un appuntamento di origine popolare.
Fondamentalmente una Superluna si ha quando il nostro satellite si trova alla distanza minima di tutto l'anno dalla Terra (perigeo minimo) in concomitanza o prossimo alla sua fase piena. La combinazione dei due eventi ce la fa sembrare più grande, una Superluna appunto. In particolare, la sua dimensione apparente può aumentare fino al 14%, mentre la sua luminosità fino al 30% rispetto a quando si trova all'apogeo. Il 26 maggio il nostro satellite si può considerare una Superluna a tutti gli effetti perché è solo più lontana di 516 km rispetto a quanto sarà il 4 dicembre, dunque a partire dalle 21.00, possiamo iniziare a goderci lo spettacolo del nostro satellite che sale da oriente nella costellazione dell’Ofiuco al confine con lo Scorpione e pochi gradi a est di Antares, più grande e luminosa che mai, e ammirarla così per tutta la notte.

 

Torna all'indice

 

Dati osservativi

 

 Sole

Immagine: www.media.inaf.it

ORARI DI ALBA E TRAMONTO ALLA LATITUDINE DI BOLOGNA                               
 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31
 SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN
Sorge 06.08 06.06 06.05 06.03 06.02 06.01 05.59 05.58 05.57 05.56 05.54 05.53 05.52 05.51 05.50 05.49 05.48 05.47 05.46 05.45 05.44 05.43 05.42 05.41 05.41 05.40 05.39 05.38 05.38 05.37 05.37
Tramonta  20.23 20.24 20.25 20.27 20.28 20.29 20.30 20.31 20.32 20.34 20.35 20.36 20.37 20.38 20.39 20.40 20.42 20.43 20.44 20.45 20.46 20.47 20.48 20.49 20.50 20.51 20.52 20.5 20.54 20.54 20.55
-- Dati ottenuti col SW Cartes du Ciel --                                                              

 

Torna all'indice

 

 

 Luna

Immagine: www.media.inaf.it

FASI LUNARI    
Ultimo Quarto Nuova Primo Quarto Piena
   
  3 Maggio 11 Maggio 19 Maggio 26 Maggio
Ora fase 21.50 21.00 21.13 13.14
Sorge  02.37 05.52 12.02 21.01
Tramonta  11.37 20.15 02.21 05.32
-- Dati ottenuti col SW Cartes du Ciel --        

 

Immagine: www.media.inaf.it

PERIGEO E APOGEO LUNARI  
Apogeo Perigeo
 

11

Maggio

26

Maggio

Ora 23.54 03.52
Distanza  406.511 km 357.309 km
  -- Fonte: astrosurf.com/cosmoweb –-    

 

Torna all'indice

 

 

 Pianeti

VENERE 

Il cielo di maggio 2021

-- Immagine: www.heavens-above.com --

 1

Maggio

15

Maggio

31

Maggio

Costellazione Ariete Toro Toro
Sorge  06.36 06.32 06.42
Transita  13.53 14.09 14.31
Tramonta  21.10 21.46 22.20
Magnitudine  -3,9 -3,9 -3,9
Diametro  9,9" 10,1" 10,4"
Percentuale illuminata  99% 97% 95%
Distanza dalla Terra al transito  1,6968 UA 1,6677 UA 1,6206 UA
AR ore 23.00  3h14m22,7s 4h25m26,1s

5h50m10,2s

DE ore 23.00  +17°41'25" +21°55'18" +24°18'19"
Visibilità indicativa del pianeta  Per quasi mezz’ora dopo il tramonto del Sole Per mezz’ora dopo il tramonto del Sole Per quasi un’ora dopo il tramonto del Sole
-- Dati ottenuti col SW Cartes du Ciel --    

 

MARTE

Il cielo di maggio 2021

-- Immagine: www.heavens-above.com --

1

Maggio

15

Maggio

31

Maggio

Costellazione Gemelli Gemelli Gemelli
Sorge  09.09 08.54 08.41
Transita  17.01 16.43 16.22
Tramonta  24.52 24.31 24.03
Magnitudine  1,6 1,7 1,7
Diametro  4,6" 4,4" 4,2"
Percentuale illuminata  94% 94% 95%
Distanza dalla Terra al transito  2,0266 UA 2,1357 UA 2,2493 UA
AR ore 23.00  6h21m22,2s 6h58m46,9s 7h41m05,7s
DE ore 23.00  +24°47'28" +24°10'00" +22°47'10"
Visibilità indicativa del pianeta  Per quattro ore dopo il tramonto del Sole Per tre ore e mezza dopo il tramonto del Sole Per due ore e mezza dopo il tramonto del Sole
 -- Dati ottenuti col SW Cartes du Ciel --    

 

GIOVE

Il cielo di maggio 2021

-- Immagine: www.heavens-above.com --

1

Maggio

15

Maggio

31

Maggio

Costellazione Acquario Acquario Acquario
Sorge  03.30 02.39 01.43
Transita  08.42 07.53 06.55
Tramonta  13.54 13.08 12.12
Magnitudine  -2,3 -2,4 -2,5
Diametro  37,5" 39,1" 41,4"
Percentuale illuminata  99% 99% 99%
Distanza dalla Terra al transito  5,2623 UA 5,0471 UA 5,0477 UA
AR ore 23.00  22h02m31,2s 22h09m13,9s 22h14m29,3s
DE ore 23.00  -12°48'14" -12°15'01" -11°50'10"
Visibilità indicativa del pianeta  Per due ore prima dell’alba del Sole Per due ore e mezza prima dell’alba del Sole Per tre ore prima dell’alba del Sole
-- Dati ottenuti col SW Cartes du Ciel --   

 

SATURNO

-- Immagine: www.gizarastro.it/Immagini.html --

1

Maggio

15

Maggio

31

Maggio

Costellazione Capricorno Capricorno Capricorno
Sorge  02.50 01.59 00.56
Transita  07.41 06.47 05.44
Tramonta  12.33 11.39 10.36
Magnitudine  1,2 1,1 1,1
Diametro 

16,8"

17,2" 17,6"
Percentuale illuminata  100% 100% 100%
Distanza dalla Terra al transito  9,9504 UA 9,7185 UA 9,4672 UA
AR ore 23.00 21h01m57,1s 21h03m18,2s 21h03m17,1s
DE ore 23.00  -17°30'43" -17°27'00" -17°29'27"
Visibilità indicativa del pianeta Per quasi tre ore prima dell’alba del Sole Per poco più di tre ore prima dell’alba del Sole Per quattro ore prima dell’alba del Sole
-- Dati ottenuti col SW Cartes du Ciel --   

 

Torna all'indice

 

 

Calendario dei principali fenomeni celesti di maggio 2021

 GIORNO ORA EVENTO
3 12.02 Saturno in quadratura occidentale
3 18.58 Congiunzione Luna – Saturno 4,2°S. Coppia visibile prima dell’alba.
3 21.50 Luna all’ultimo quarto
4 04.00 Raggruppamento Giove, Saturno, Luna
4 23.02 Congiunzione Luna – Giove 4,6°S. Coppia visibile prima dell’alba.
6 19.51 Congiunzione Luna – Nettuno 4,4°S. Coppia visibile prima dell’alba.
8 13.31 Congiunzione Venere – Pleiadi 4,2°S. Coppia non visibile.
9 17.28 Venere al nodo ascendente
10 23.06 Congiunzione Luna – Urano 2,4°S. Coppia non visibile.
11 21.00 Luna nuova
11 23.54 Luna all’apogeo (406.511 km)
13 00.03 Congiunzione Luna – Venere 0,7°S (occultazione). Coppia visibile dopo il tramonto.
13 08.27 Congiunzione Luna – Iadi 5,7°N. Coppia non visibile.
13 12.49 Congiunzione Luna – Aldebaran 5,5°N. Coppia non visibile.
13 19.59 Congiunzione Luna – Mercurio 2,1°S. Coppia visibile dalle 21.30 circa.
16 06.47 Congiunzione Luna – Marte 1,5°N. Coppia visibile dopo il tramonto.
16 07.32 Congiunzione Venere – Iadi 6,1°N. Coppia non visibile.
17 03.13 Congiunzione Luna – Polluce 3,1°S. Coppia visibile dal tramonto del 16.
17 07.46 Mercurio alla massima elongazione est: 22,1°
18 01.03 Congiunzione Venere – Aldebaran 5,9°N. Coppia non visibile.
18 03.49 Congiunzione Luna – Presepe (M44) 3,2°N. Coppia visibile dopo il tramonto del 17.
19 20.00 Congiunzione Luna – Regolo 5,0°N. Coppia visibile dalle 21.30 circa.
19 21.13 Luna al primo quarto
21 17.03 Giove in quadratura occidentale
23 08.28 Saturno stazionario moto retrogrado
23 15.38 Congiunzione Luna – Spica 6,5°N. Coppia visibile dopo il tramonto.
26 03.52 Luna al perigeo (357.309 km)
26 13.14 Luna piena - Superluna
26 13.19 Eclissi lunare totale (non visibile dall’Italia)
26 19.25 Congiunzione Luna – Antares 4,8°N. Coppia visibile dopo il tramonto.
30 00.45 Mercurio stazionario moto retrogrado
30 18.11 Mercurio al nodo discendente
31 03.00 Raggruppamento Giove, Saturno, Luna
31 03.18 Congiunzione Luna – Saturno 4,2°S
-- fonte: astrosurf.com/cosmoweb | storiedelcielo.it –   

 

Torna all'indice

 

 

 Passaggi della ISS

Il cielo di maggio 2021In tabella si segnalano i passaggi della ISS per fasce orarie di tre ore.
Gli orari esatti dei transiti possono essere verificati registrandosi sul sito www.heavens-above.com oppure osservando la posizione in tempo reale sul sito http://www.n2yo.com/.
Le scritte evidenziate indicano i transiti più brillanti della Stazione (m > -3,0), mentre quelle in corsivo indicano i passaggi più lunghi (> 5 minuti).

Immagine: http://spaceflight.nasa.gov/gallery/images/station/assembly/ndxpage1.html

 

Fascia oraria    PASSAGGI DELLA STAZIONE SPAZIALE INTERNAZIONALE (ISS)
 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31
SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN MAR MER GIO VEN SAB DOM LUN
21.00 - 24.00 - - - - - - - - - - - - - ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS
24.00 - 03.00 - ISS - ISS - ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS - - ISS - - - - - -
03.00 - 06.00 ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS ISS - - - - - - - - - - - - - -

 

Torna all'indice

 

Torna a Cosa osservare questo mese